20 giugno 2021 – Monte Zermula (2153 m) e Zuc della Guardia (1911 m)

Sul poco conosciuto monte Zermula (Alpi Carniche) e sull’adiacente Zuc della Guardia era posta, nella prima guerra mondiale, la linea del fronte che doveva difendere la Carnia e la pianura friulana da un’eventuale sfondamento austro-ungarico dal Pal Piccolo e Pal Grande passando per il passo Cason di Lanza. Il passo da accesso al paese di Pontebba da un versante e a quello di Paularo dall’altro. Le due cime sono strategicamente panoramiche e tuttora percorse in cresta dai resti di trincee, gallerie ed appostamenti. Entrambe si possono raggiungere per via ferrata o per via normale, con la ferrata è possibile concatenarle ed effettuarle entrambe. Punto di partenza ed arrivo è il passo Cason di Lanza (1552 mt), raggiungibile in auto.               Da qui per sent. 442 prima e 442a poi all’attacco ferrata (mt 1883) che porta al monte Zermula.    Sul Crinale (2085 mt) termina la ferrata e per sentiero di cresta alla croce di cima…

segue …

11 Luglio 2021 – “La Grande Guerra” Gita in e-bike sulla linea del fronte dolomitico

   Itinerario ad anello con partenza da Alleghe, dove avremo la possibilità in un solo giorno di affacciarci sul Civetta, Le Cinque Torri, La Tofana di Rozes,il Lagazuoi, le Conturines, il Sassolungo, la Marmolada e il Sella ;teatro che separava gli eserciti Italiano e Austro ungarico. Ci faremo accompagnare da Silvano Rudatis che oltre ad essere un albergatore della zona è anche una guida molto esperta di Mountain Bike e fondatore del “ SKI TOUR GRANDE GUERRA”. Avremo la possibilità di effettuare,apparentemente, questo lungo giro in quanto ci avvarremo di biciclette a pedalata assistita e di impianti di risalita. Si consiglia iscrizione alla gita con molto anticipo, poiche sarà compito degli organizzatori di predisporre la disponibilità e affitto delle eventuali e-bike. Inoltre il sabato o la domenica prima della gita valutare l’effettivo grado di preparazione dei partecipanti. Gita riservata ad un limitato gruppo in funzione delle guide , istruttori di MTB e della disponibilità di biciclette (6/7persone per istruttore).…

segue …

23 Maggio 2021 – Sui sentieri delle Prealpi trevigiane

  Questa escursione farà perno sul passo di san Boldo, questo valico è sempre stato di notevole interesse strategico, via di comunicazione tra il versante bellunese e quello trevigiano sin da tempi più remoti , ne danno testimonianza i resti di una torre di avvistamento di epoca bizantina , la forma attuale, con i tornanti in galleria , nasce per esigenze militari , dopo Caporetto, all’esercito Austro-Ungarico serviva una strada di comunicazione tra i due versanti , in grado di far passare truppe e cannoni di grosso calibro, l’opera fu realizzata a partire dal 1 febbraio 1918 e terminata a metà giugno dello stesso anno. Descrizione: si parte poco dopo l’abitato di Tovena dal parcheggio antistante la fontana de Bafa , da lì imboccando il sentiero 990 (sulla destra) si sale fino alle casere Jal , dove si incrocia la strada della Caldella che ci condurrà fino al passo di san Boldo, da li si riparte seguendo il segnavia 991…

segue …